61° Cross Campaccio Internazionale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

IMG 8710Sabato 06 Gennaio 2018 - ore 09:15 - S. Giorgio su Legnano (MI) - Unione Sportiva Sangiorgese - Per la 61° volta si ripete questa super classica di livello internazionale, lo percepiamo subito alle 08:15 al nostro arrivo presso il Centro Sportivo Comunale A. Alberti, dove notiamo i grossi furgoni della RAI. Nel "campo" si respira un aria di intensa di sport e passione, ad ogli livello... dai ragazzini che correranno "solo" 1.200 mt, per arrivare ai Top Runners che nel pomeriggio correranno i 10.000 mt.

Una giornata lunghissima, bagnata e spettacolare... dove le scarpette leggere e chiodate la faranno da padrone, su un tracciato un po ondulato, di terra e (poco) fango, dove le gambe dopo i primi 10' iniziano a diventare dure e pesanti... almeno per me che sono alla mia prima... ben lontano dalle super lunghe e lente di cui sono più abituato... tuttavia seguendo i buoni consigli di massagiatori e allenatori, voglio provare anche questa...

Ore 09:15 parte la prima batteria... SM35-40 per 6.000 mt... e si perchè queste non sono maratone dove tutti corrono assieme... qui il tracciato è corto (2.000 mt) e il numero dei concorrenti deve essere limitato e diviso per categorie... oltretutto le distanze sono differenti a secondo della categoria... così il primo Libertas a partire è Alberto... ormai pratico e veloce su questi terreni, arriva con un ottimo tempo di 23'40"... va detto che correre sulla terra, con curve continue, con dossi e sali scendi ripetittivi, non è proprio come correre in piano su asfalto... qui il passo è più pesante e meno veloce... quindi 6.000 mt in 23'40" sono davvero un ottimo tempo !!! ...almeno per noi umili mortali.

Ore 10:30 parte la seconda batteria... SM 45-50 per 6.000 mt... dopo un breve riscaldamento di 2,5 Km... mi cambio le scarpe ed infilo per la prima volta in vita mia le scapette chiodate, completamente piatte. Ancora qualche centinaio di metri di riscaldamento, poi la "punzonatura", quindi si entra nel parterre di partenza. Antonello, Mario ed Io siamo pronti. Allo sparo tutti partono come cavalli impazziti... non in progressione come nelle maratone... così mi faccio tirare dentro e corro il primo giro sopra le rime... come prevedibile, al primo passaggio ho già la lingua fuori e impreco per questa idea "malsana" del cross... dutante il secodo giro sono già ampiamente distaccato dal gruppo di testa che vedo correre a tutta birra nei vari passaggi inversi. Alla fine del secondo giro penso che se mi ritiro... forse è meglio. Ma appena passo i 4.000 penso che alla fine cosa sono ancora 2.000 mt rispetto a tutti quelli che faccio in settimana... quindi tengo duro anche se le gambe ormai sono due pezzi di cemento, il cuore esce dalle orecchie e il fiato non basta più... infine ci sono ancora quei tre maledetti saliscendi che sono diventati come dei muri invallicabili. Finalmente l'ultimo giro di pista e l'arrivo!!! Anche questa è fatta... ma che fatica!!! Come prevedibile, del nostro gruppetto primo Antonello, secondo Mario ed infine io.

Oggi avevo quattro obiettivi da portare a termine (prima di ogni gare se ne deve avere sempre almeno uno): arrivare alla fine senza farmi male, la mia caviglia destra ha già dato a sufficienza nel 2017... non farmi doppiare... non arrivare ultimo e se possibile superare almeno un concorrente. Tutti centrati... andrenalina a 1.000... finalmente capisco le motiviazioni dei miei amici che mi hanno tirato dentro in questa specialità molto distante dal mio standard, per la quale serve però un po di allenamento specifico.

Ore 11:15 parte la terza batteria... Seniores Femminile e SM55 per 4.000 mt... purtroppo mentre ero in doccia, tuttavia faccio in tempo a vedere gli arrivi (...tutti con facce duramente provate per l'intensa fatica) del gruppetto Libertas: Giorgio primo, poi il Guru con un ottimo tempo, quindi  Maurizio, Sabrina e Luciano.

Adesso facciamo tutti il tifo per Gio che considerata la sua "giovane età" è rientrato nella categoria Promesse Senioes SM23-34, dovendo correre i 10.000 mt con tutti i campioni nazionali e internazionali, con tanto di riprese RAI SPORT. Quindi smotiamo il Gazebo e via di corsa a casa per assistere nel pomeriggio alla gara di Giovanni, restanto però comodamente sul divano, al caldo, davanti alla TV... infatti dopo i Master, correranno tutti i Cadetti, Allievi, Ragazzi, Promesse Junior... quindi finalmente i Campionio con Gio.

RAI SPORT: Spettacolare l'arrivo del terzo giro (6.000 mt) , quando il cronista commenta la sportività di Giovanni Di Fidio che sta per essere doppiato e per far passare i top runner, si sposta fuori pista... bellissima la ripresa precendete quando Gio con la caniettara Libertas Sesto sembra primeggiare sul gruppo di Kenioti, Eritrei, Americani e Ugandesi !!!

Tutto ciò è Campaccio... tutto ciò è Cross...

Federico

Tutte le foto su ANDOCORRI

UA-44686231-1