6° LAGO MAGGIORE MARATHON

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Verbania - Domenica 06 Novembre 2016 - ore 09:00 - L'autunno sembra essere "finalmente" arrivato, piove e fa freddo, tuttavia il gruppo Libertas è pronto per questa nuova sfida. In due sulla 21Km, in tre sulla 33Km e in 7 sulla 42Km... tutti arrivati, meno uno.

BREVE IMMEDIATO RESOCONTO

ll nostro "Guru" Gianfranco Z. dopo aver fatto un ottimo passaggio sulla 21Km, al 30° Km ha deciso di abbandonare la gara, rientrando alla base con il servizio scopa; resta comunque un ottimo lungo in previsione di qualcosa di più ufficiale per fine anno (Reggio Emilia...???).

Ottimo invece il rientro in maratona del nostro "Keniota Sardo Never Strach" Salvatore M. che con un decoroso 3h26 ha tagliato il traguardo.

Bravissima Lorena B. che anche oggi ha portato sul podio i nostri colori con il primo piazzamento di categoria.

Davvero tanti complimenti alla neo-maratoneta Sabrina che in pochissimo tempo ha saputo scalare la vetta ed arrivare alla sua prima maratona... finendola con il sorriso sulle labbra; sarà anche forse merito del pacer Luciano che con esperienza ha saputo guidarla nella gara fino alla fine.

Infine da segnalare anche l'ottimo risultato (non cronometrico) che ha riportato il nostro amatissimo Zeno C. a terminare la 33Km, la prima lunga distanza dopo due anni di infortuni... peccato solo per l'insolito giubbino antivento rosa shocking... resterà per sempre nei nostri annali... ma come disse qualcuno... " Zeno non corre... sfila".

Bravissimi tutti.

Federico (...dalla postazione "forzata" di regia... domestica)

 

"LA MIA 1° MARATONA" di Sabrina C.

La mia prima maratona… se chiudo gli occhi e ci ripenso mi sembra impossibile… pensare che fino a ieri guardavo i miei amici runner “maratoneti” come degli alieni.

Qualche mese fa un gruppetto di amici si iscrive ad Atene, io che ho corso da poco la mia prima mezza, non ci penso neppure. Poi quest’estate per loro inizia la preparazione, tra i mille dubbi iniziali mi dico “perché no?” e decido di provarci anche io, non sono tanto convinta di farcela ma voglio correre con i miei amici. Cosi’ mi iscrivo con Luciano e Pino alla Maratona del Lago Maggiore.

L’ultima settimana prima della gara e’ stata dura, mi fa male ginocchio destro, riposo forzato e paura di non farcela. Chi mi dice:“non sei pronta, rischi di non finirla e di farti molto male”, chi mi aiuta a sdrammatizzare dicendomi “non hai niente, vai, non pensarci e divertiti”. Poi arriva il grande giorno, sveglia all’alba, colazione e ritrovo al Campari alle 6.30. Si parte in allegra compagnia di un bel gruppetto di runner Libertas e… della pioggia. Arriviamo a Verbania, tappa all’Expo a ritirare i pettorali e via di corsa a prendere la navetta che ci porta all’area di partenza. Siamo un po’ tirati con i tempi… riscaldamento fatto correndo (letteralmente) verso il deposito borse che sta per chiudere i battenti e foto di gruppo, poi tutti alle griglie di partenza. Si parte, io con Luciano e Pino, mentre Antonello, Salvatore , Gianfranco e Matteo ci precedono. Il ginocchio mi fa male quasi da subito ma non ci penso, corro, mi godo il momento della partenza e il paesaggio. Gran parte del percorso e’ sul lungo lago, la giornata e’ un po’ grigia ma per fortuna non piove e il panorama merita davvero!

Corriamo leggeri nonostante il tracciato non proprio piano e la pioggia a tratti, incredibile per me, superiamo i pacer delle 4h. Quasi senza accorgerci arriviamo al giro di boa a Stresa, chiacchierando allegramente tra di noi e facendo anche amicizia con altri runner. Verso il km 30 il ginocchio inizia a farsi sentire, rallento. I pacer delle 4h ci raggiungono. Pino (anche lui alla sua prima maratona!!) che e’ ancora  carico,  li segue. Luciano decide di farmi da pacer e rallenta con me, rinunciando a correre la sua gara per portarmi al traguardo. Arriviamo al km 36, realizzo che da questo momento in poi non so cosa succederà, non ho mai superato i 36 km neanche in allenamento.  Raggiungiamo il km 40, ne mancano solo 2, non ci posso credere! Il meteo e’ dalla nostra parte, esce un raggio di sole… e l’arcobaleno. Ci fermiamo a fare una foto! Corriamo per un po’ con i pacer delle 4h e 15 poi vediamo l’arco del traguardo in lontananza e li superiamo, chiudendo in 4h 13’ 39’’. Ce l’ho fatta, ho finito la mia prima maratona!! Mi avevano detto che sarebbe stata un’esperienza indimenticabile… a volte si esagera, si sa. Ma questa volta no.

Un ringraziamento speciale a tutti gli amici runner Libertas che mi sono stati vicini in quest’avventura, in particolare al pacer Luciano e a chi ha condiviso con me gli allenamenti.

Sabrina

UA-44686231-1