2015-10-18 MEZZA MARATONA DI CREMONA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Domenica 18 Ottobre 2015 ore 09:30 - Cremona - Grandissima giornata per tutti i runners Libertas impegnati sotto una leggerissima pioggia in questa bella e super festeggiata Mezza di Cremona. Tutti con ottimi tempi, tra cui da segnalare i nostri tre migliori: Marcello arrivato 4° di categoria, Lorena 1° di categoria e Maria Antonia 2° di categoria (ndr).

 

 

 

Provate a chiedere ai runner Libertas che ieri hanno corso Maratona o Mezza le impressioni sulla giornata e sulla gara. Riceverete le più differenti opinioni:

  • bella, bellissima, piatta e soleggiata, organizzazione perfetta... ho fatto il mio personale, sono anche andato a premi
  • bella corsa, un po deficitaria come organizzazione, un po' nuvoloso ma fresco al punto giusto... non ho fatto il mio personale ma ho corso come volevo, sto migliorando, sono contento
  • corsa accettabile, organizzazione così così, ristori un po' poveri mai poi un grande ristoro finale ed un ottimo ristorante, una bella città da visitare
  • brutta corsa, piena di saliscendi, pioggia continua, brutta organizzazione... ho sofferto ed sono arrivato affaticato... che freddo... non ci torno più
  • terribile, é stato terribile, sono stato male ed ho dovuto camminare a tratti e si è anche sgonfiato l'arco alla sparo allo start... si capiva già da lì che sarebbe stata dura

Pensateci, se volete, e ripassate nel tempo le vostra gare e ricordate  i giudizi dati... troverete che le gare belle sono solo quelle in cui si è corso bene! Forse. Ciao
Luciano

 

Arrivederci Cremona (di Davide C.)

Avevo in mente di scrivere su una bella gara di mezza maratona che si è svolta a Cremona dove un nutrito gruppo di Atleti Libertas era presente e si è fatto valere! Bravi e bravi tutti nonostante la giornata non fosse delle migliori, ma si sa sono le condizioni più difficili che rendono un’azione un impresa! Purtroppo Io mi sono dovuto fermare dopo circa 7.5 km... Sono partito convinto di fare il mio PB, ho preso un bel ritmo anche qualche secondo sotto a quanto mi ero proposto (...effetto gara!), ma il fastidio che sentivo in curva si è tramutato in fitte dolorose su di un cambio di pendenza e sulla discesa non riuscivo più ad appoggiare il piede. Già nei giorni precedenti zoppicavo, ma non è nell’animo mio rinunciare a prescindere e da quanto ho potuto apprendere in questi otto mesi di corse, dei podisti in generale. Gli infortuni sono parte del gioco, succedono, nessuno se li cerca, capitano. La cosa più difficile è saper rinunciare. Mentre tornavo verso gli spogliatoi, dove ho trovato altri podisti infortunati, ho avuto modo di riflettere scambiando qualche parola con loro su il valore della “sconfitta”, del ritiro, di non aver terminato un “qualcosa” di personale. Perché nessuno di loro era in gara per essere il primo, ma per battere se stesso, confrontarsi sui propri limiti, finire sotto lo striscione “ARRIVO”. In realtà la delusione va gestita come una nuova opportunità di ripartenza, ponendosi nuovi obiettivi che non sarà più il PB, ma il recupero dell’insulto che ha subito l’arto, un nuovo inizio con una corsa scollegata da km e tempi, una corsa naturale a sensazioni; solo tornare a correre per infortuni molto più seri dei miei è un grande successo, direi un PB vero e proprio! Sarà bello ritrovare l’equilibrio che ho perfezionato durante questi mesi tra lavoro, vita sociale e corsa. Alla fine se penso a quelli che a Cinisello hanno tagliato il percorso per un km o solo 50 metri di curva e me li sono trovati davanti all’improvviso, ecco se fossi uno di loro mi sentirei sicuramente peggio perché superare te stesso in modo sleale è una sconfitta ed una ferita non rimarginabile. Per finire mi sono divertito, ho conosciuto meglio alcuni di voi, ho chiacchierato, ho fatto progetti per le lunghe distanze ed altro insomma l’infortunio è passato in secondo piano! Ci vediamo a Cremona 2016 e questa volta farò il PB!!

UA-44686231-1