FIRENZE MARATHON

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Ore 09,20 Domenica 30 Novembre 2014 - Firenze Lungarno Pecori Giraldi

"...ancora? Ma dove sono? Cosa sto facendo? No... non ci posso credere!!! Per la terza volta di fila..."

 In un breve istante di distrazione dalla realtà, mi passano nella mente tutte queste domande. Poi tutto torna reale, sono in griglia di partenza in mezzo a circa 10.000 maratoneti pronti per correre questa strana maratona di Firenze. Zeno e il Guru sono qui vicino a me, Antonello è con Tittone in una griglia più avanti, Lorena e Roberto da qualche parte dietro. Mancano pochi istanti... Ma perché non c'è l'Inno d'Italia? Ci siamo, senza alcun segnale, mi sembra che la davanti siano partiti. A distanza di un mese si riparte per altri 42.195 metri.

Quella di Firenze è certamente una delle migliori maratone nazionali; una corsa in mezzo alla storia e all'arte rinascimentale, passando per le vie e le piazze più belle d'Italia, dove un tifo eccezionale ti accompagna quasi ovunque. Insomma una maratona da fare e rifare.

Tuttavia l'entusiasmo di questi fantastici tre giorni passati in compagnia dei miei amici, certamente il gruppo più "disordinato" di Libertas Sesto, si spegne molto presto anche a causa del super lavoro che stiamo facendo correndo tre maratone in 45 gg (Venezia, Firenze e Reggio Emilia). Cosa ci siamo messi in testa di fare? Credo nessuno del "7 bello" lo sappia ancora con certezza, intanto però corriamo, tanto, a lungo, mettendo su km e km.

Dopo la super fatica che non ha certamente risparmiato nessuno, tutti e sette arriviamo in Piazza Santa Croce dove l'immancabile Fulvio Massini è li al traguardo per dare il 5 a tutti i finisher, in mezzo ad un salotto di folla e colori che certamente ricorderemo per tutta la vita. Come sempre i brividi e le emozioni che proviamo ogni volte che tagliamo il traguardo di una 42Km, ci mettono una tale gioia dentro che solo chi corre e termina una Grande Maratona può capire.

Per fortuna che il tempo oggi è stato clemente, regalando a tutti una discreta giornata con temperatura quasi primaverile, se vogliamo forse con un po troppa umidità, ma ripensando alle piogge monsoniche dei giorni scorsi, possiamo solo dire grazie.

Adesso possiamo finalmente pensare alla tanto sognata fiorentina al sangue da 1,5 kgr  che potremo addentare questa sera.

Un grandissimo grazie ad Antonello per la super ospitalità ed accoglienza; una tre giorni Toscana indimenticabilmente disordinata.

Tornando a Milano in treno un pensiero triste mi accompagna:"Un ultimo saluto a te Luigi che dopo 41km hai continuato la corsa lassù, in mezzo agli angeli".

Federico


 

UA-44686231-1