La Prima Maratona non si scorda mai... neppure la seconda!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Domenica 9 Novembre 2014 - Maratona Nizza-Cannes: Laura (QR Libertas)

Domenica 16 Novembre 2014 - Maratona di Torino: Giovanni

 

A distanza di 7 giorni due runner Libertas Sesto tagliano il traguardo sulla distanza dei 42.097 mt, Laura alla sua prima maratona, Gió alla sua seconda (...dopo Milano).

Una Grandissima soddisfazione per i nostri due atleti e per tutti noi che da lontano abbiamo fatto il tifo per sostenerli nella grande fatica. La prima maratona non si scorda mai... poi c'è la seconda, la terza e chi li ferma più?

Direttamente da Torino:

Dopo giornate di pioggia Torino si sveglia con un sole splendente per scaldare i cuori di tutti gli atleti pronti a percorrere quella distanza magica di 42km chiamata maratona. Il percorso è abbastanza veloce, pochi sali e scendi e si districa prevalentemente sul comune di Torino attraversando nella parte iniziale i comuni di Moncalieri e Nichelino. La città è stupenda e il pubblico spettatore lo è ancora di più. Gente che incita noi piccoli atleti, musicisti che suonano per strada, gruppi folcloristici che si lanciano in danze, signore che invece di darsi alle pulizie domenicali urlano a squarciagola dai balconi:"Daiiiii!!! che mancano pochi km",  anche se erano appena stati percorsi solo i primi 2 o 3 km. Ristoro finale abbondante con frutta, fette biscottate e biscotti di ogni genere, integratori salini, acqua, thè caldissimo e per non finire red bull a fiumi. Maglia ufficiale Asics Turin Marathon gialla a maniche lunghe utilissima nelle stagione invernale e medaglia finale con fibbia, stupenda, sganciabile e utilizzabile tutti i giorni come cintura.

L'organizzazione della Turin Marathon è fantastica, Hotel 4 stelle convenzionato a 1km dalla partenza ad un prezzo irrisorio con colazione a partire dalle ore 5.30. Se potessi iscrivermi già da ora per la Turin Marathon del 2015 lo farei senza pensarci due volte.

Assolutamente da fare ancora e ancora e ancora!

Giò

 

 

UA-44686231-1