Cronaca delle ultime sei gare

Dopo l'ultimo incontro al Dordoni ho partecipato a sei competizioni: tre mezze competitive intervallate da tre gare su pista al Giuriati dove, molti di voi lo sanno, di giovedi ci si trova in 70/120 amatori per 15 minuti di riscaldamento insieme e gara (poi si torna al lavoro). Eccovi una breve cronaca....

1. 10000 metri in pista con otto minuti di riscaldamento in 37.16 quasi tutti in seconda corsia e' stata la dimostrazione che il mio periodo di crisi e' terminato.

2. Tre giorni dopo la mezza di Viano a 200 metri in collina nel Reggiano e' stato tremendo. Sulla carta nove km di salita continua iniziali, quindi 9 di discesa continua per finire con 3 in piano. In realta' la discesa consisteva di tratti in picchiata interrotti da 300/600 metri di salita continua. Tempo finale 1.33.46 a soli 16 minuti dal vincitore (ex campione italiano di maratona a fine anni 90 con 2.12) che dichiarava di essere in buona forma. Terzo di categoria, mi porto a casa un enorme coppa di maiale, tipico della zona.
A chi piace soffrire (soprattutto ama l'acido lattico nelle gambe) la consiglio per il prossimo anno.
3. 5000 metri in pista in 17.50 sempre in testa nei primi 4 km mi fanno ben sperare per la successiva mezza di Locarno.
4. Il 10 novembre arriva Locarno. Riesco ad iniziare nonostante 12 ore prima un movimento sbagliato con la schiena mi ha fatto vedere le stelle. Cinque minuti di tempo per allacciarmi le scarpe. Corro, come la maggior parte in pantaloncini e magliettina sfidando la pioggia battente e sei gradi di temperatura. Parto piano e rimonto posizioni su posizioni. Stranamante la schiena si sblocca correndo. Scena apocalittica negli ultimi 4km quando la pioggia si intensifica ed arriva il vento. Superavo gente disperata in lotta contro gli elementi naturali. Decido di accelerare per farla finita nel minor tempo possibile ed arrivo ottavo di categoria con 1.26.47. Percorso quasi del tutto piatto, una pecca dell'organizzazione e' che non si mangia all'arrivo. Per fortuna avevo con me un pacco di biscotti che ai miei figli non piaceva. Una nota curiosa: si partiva in perfetto orario svizzero con conto alla rovescia
5. Giovedi 14, 3000 metri in pista in 10.19 (solo un secondo meglio che a Dordoni) e' stata un po una delusione perche' me lo ero preparato bene in vista della prova di ieri a Crema.
6.Ieri 17, la mezza di Crema. Perfetta l'organizzazione ma pochi premi: solo ai primi 3 di categoria nonostante quasi 1200 partecipanti alla mezza.
Il problema di Crema e' che nel raggio di 800 dalla partenza ci sono bar e pasticcerie che inducono a fare una seconda colazione prima della partenza. Ci vuole resistenza alla tentazione! Pago la fatica di Locarno per l'intero percorso ed arrivo settimo di categoria in 1.22.16 (seconda migliore prestazione di questa stagione dopo Asti). Crema coincide purtroppo con la mezza del parco nord tutti gli anni. 

Prossima meta' Marsala. Questa localita' siciliana propone la sua prima mezza competitiva il primo dicembre. Vi terro' informati in tempo reale sugli aspetti organizzativi e naturalistici fra un paio di settimane

Un buon allenamento a tutti
Luca B.

 

UA-44686231-1